domenica 22 febbraio 2009

San Remo proteggici tu


Quella che vedete qui di fianco è la foto della pagina del Corriere Della Sera dedicata a Sanremo (qui l'articolo).
Ieri sera non ho collegato immediatamente la cosa, ma era facile: perchè Maria De Filippi, icona di Mediaset, ha dovuto presenziare al Festival? Semplice: per dare alle reti Mediaset l'onore di aver dato un vincitore a Sanremo. In questo modo, dall'anno prossimo il programma "Amici" potrebbe essere invaso di concorrenti, ascolti e pubblicità.
Cinque serate con Bonolis e quello che la gente si ricorderà è che la De Filippi ha premiato un suo ragazzo anche nel programma più rappresentativo della rete televisiva concorrente.

martedì 3 febbraio 2009

Tra le tante notizie di questi giorni, mi ha fatto un po' impressione sapere che un ragazzo siciliano è morto fulminato da un cavo elettrico scoperto. E' stato rubricato come incidente sul lavoro. Fine.

Non so se la notizia ha avuto risalto. Probabilmente i TG nazionali saranno stati occupati a fare pubblicità a qualche nuovo casolare dove si cucina bene e si spende poco (accorrete numerosi dal titolare che qui intervistiamo...)
Chissà se hanno parlato di questa morte strana. Chissà se lo avranno collegato alla contestazione che qualche mese fa questo ragazzo aveva fatto (qui il video) a Vittorio Sgarbi. Per carità: non ce lo vedo Sgarbi come mandante. Però son sempre belle coincidenze....

martedì 13 gennaio 2009

Basterebbe così poco...

Guardare la TV oggi significa scegliere tra Uomini E Donne, Ballando Con (o sotto) Le Stelle, C'è Posta Per Te, Carramba Che Culo, Buone Domeniche, Reality di tutti i tipi, trasmissioni calcistiche a tutte le ore e tristezze miste e infinite. Mi son chiesto spesso la ragione di questa fiera della tristezza e mi son sempre risposto che forse è il pubblico italiano che cerca queste cose, che sono io ad essere sbagliato, fuori posto, eccheccazzo la gente dopo il culo che si fa in ufficio o in cantiere si vuole anche rilassare.


Non è così !!!

Ieri sera c'è stata la serata per ricordare Fabrizio De Andrè. Ma mica su Canale5 o Raiuno... nonono: su RAITRE. La rete più sfigata della TV statale. La TV dei comunisti. La TV che non guarda nessuno. Avete mai sentito dire da qualcuno "ieri sera mi sono visto un programma su Raitre" ??? Forse qualcuno ha visto la Gabanelli. Ma è raro. E comunque mica tutte le puntate: una ogni tanto...

Bene: la serata dedicata a De Andrè ha ottenuto il 30% di share. Sono così sorpresi che la notizia è andata su tutti i giornali.

Ci ingozzano di escrementi televisivi facendoceli passare per informazione, approfondimenti o addirituttura come intrattenimento. E invece a un italiano su tre vuole musica e poesia....
PS. ringrazio alexilgrande per il premio che ha dato a questo blog.

martedì 30 dicembre 2008

Perchè il pieno costa così tanto

Sappiamo tutti che il prezzo del carburante dipende da due cose: dal prezzo del petrolio e dalle cosiddette accise.

L'accisa è una tassa sulla fabbricazione e sul consumo. Si applica su beni come la benzina, tabacchi, alcolici ecc... e viene istituita per far fronte a determinate emergenze o per finanziare determinate iniziative. E' interessante vedere come l'accisa sul carburante in Italia contenga delle voci un po' paradossali.

Attualmente il nostro pieno di benzina sta finanziando: (fonte wikipedia)

  • la guerra in etiopia del 1935
  • la crisi di Suez del 1956
  • il disastro del Vajont del 1963
  • l'alluvione di Firenze del 1966
  • il terremoto in Belice del 1968
  • il terremoto in Friuli del 1976
  • il terremoto in Irpinia del 1980
  • la guerra in libano del 1983
  • la missione in bosnia del 1996
  • il rinnovo del contratto degli autoferrotranvieri del 2004

Il totale di queste voci è pari a circa 25 centesimi al litro. A questo, ovviamente aggiungiamo l'IVA, quindi una tassa sulla tassa !!!
Una macchina che fa i 15 con un litro e che percorre una media di 30.000 km all'anno, fa 2.000 litri di carburante. Il proprietario di questa macchina versa quindi 500 euro ogni anno (+IVA) per finanziare... giudicate voi !!!

lunedì 29 dicembre 2008

Uccisi dall'accise

Recentemente un servizio del TG2 ci ha fatto notare che per fare un pieno di benzina si risparmiano mediamente 15-20 euro rispetto a sei mesi fa. Ha motivato la cosa facendo vedere che il prezzo del petrolio negli ultimi mesi è sceso fino a 40 dollari al barile. Che bella cosa !!! Gaudio e tripudio !!!


Come al solito però non ha detto le cose per bene e fino in fondo. Non ha detto che la benzina DOVREBBE COSTARE MOLTO MENO.
Su questo sito si trovano tutti i prezzi del petrolio da 3 anni a questa parte. Se posizioniamo il mouse su 1Y, vediamo il grafico del prezzo del petrolio da dicembre 2007 a dicembre 2008. Un anno fa il petrolio costava tra i 75 ed i 100 dollari al barile. Ecco il grafico:









Per comodità posizioniamoci un po' sotto la metà di questo intervallo. Diciamo che costava 85 dollari. La benzina in quello stesso periodo costava circa 1,30 euro al litro (fonte: osservaprezzi.it). Ecco il grafico di fine novembre 2007:


clicca per ingrandire


Invece di farci rallegrare per i 20 euro risparmiati, la domanda che si dovrebbe porre un giornalista è: perchè il petrolio è sceso da 85 a 40 dollari (53%) e la benzina è scesa da 1,30 a 1,05 euro (23%) ???

Sarà colpa del cambio euro/dollaro? Risposta: NO

Qui sotto c'è il grafico dell'andamento del cambio euro/dollaro (fonte: http://www.forecasts.org/euro.htm)








A dicembre 2007 per comprare un euro servivano 1,46 dollari. Oggi, servono 1,26 dollari. Il petrolio che a dicembre 2007 costava 85 dollari al barile, tradotto nella nostra moneta diventava circa 58 euro. Oggi invece da 40 dollari si passa a 31. La proporzione non cambia.


Viene da pensare che le famigerate ACCISE siano aumentate.

E quando ce l'hanno detto?

Mah.....